Un lato di me

No, caro lettore o cara lettrice, non parlo di lato B, ma di un aspetto di me che ogni tanto esce allo scoperto (e non parlo di lato A).

Per natura sono un mansueto, pur essendo un uragano emotivo ed intellettivo, aspetto che difficilmente mi fa accontentare, e tendo non importunare il mio prossimo, diretto o meno diretto; insomma, non sono un rompiscatole, non molesto, non stalko (che schifezza ‘sta parola), e mi faccio gli affari miei in totale indipendenza.

“Ma tu non ti relazioni col mondo” – mi è stato detto.

“Io mi relaziono col mio mondo, con poche e selezionate persone, non con tutto l’universo dotato di un profilo Whatsapp”.

Sono sempre stato così, e, col passare del tempo, sono pure peggiorato.

PS:
non intendo cambiare una virgola di ciò che sono. 

2 thoughts on “Un lato di me

    1. Scusami, eri finito/a in spam!
      Almeno siamo in due: ‘sti cavolo di rapporti basati sul virtuale con persone che conosci molto bene, ma molto bene, anche da vicino, hanno rotto: almeno a me.

Comments are closed.