Rewind

Qualche giorno fa, in un momento di euforia, dicevo:

Di miraggi sono ormai un esperto, tanto da aver conseguito almeno un paio di master

Ecco, evidentemente devo ripassare la lezione.

Ho maturato una convinzione

download

Non è vero, ma, tra una cosa e l’altra, comincio a crederci: ci sono dei posti che mi portano sfiga, ormai non c’è più dubbio.

E’ mai possibile che ogni volta che metto piede, anche per pochi minuti, alla stazione di Rovereto mi succede qualcosa che mi ferisce profondamente?

In  quel posto del cavolo sono stato quattro volte in vita mia, e quattro volte m’è successo qualcosa di veramente spiacevole.

Quattro su quattro.

Neanche Rocco Siffredi ha ‘sta media.

 

L’invidia …

…non è roba per me.

Di fronte ad una manifestazione d’invidia, oggi reagisco col silenzio, alta forma di maturità raggiunta in anni e anni di lotta con me stesso.

Ps: ma un cazzotto direttamente sul naso fa un effetto memoria sicuramente migliore.

Meraviglia

Devo ammettere che, se qualcuno, quattro o cinque mesi fa, mi avesse pronosticato un presente, riferito ad oggi 24 ottobre, tranquillo, sereno e sorridente, beh, lo avrei preso per pazzo, decisamente più di me.

E, invece, è successo, e la vita mi voluto fare qualche bel regalo, un po’ come fa, nell’immaginario collettivo, un marito che deve farsi perdonare qualcosa da una moglie dalla quale si è distratto.

Ciò che conta è la mia serenità, nient’altro che la mia serenità così tanto a lungo desiderata, ma mai pienamente raggiunta.

Di miraggi sono ormai un esperto, tanto da aver conseguito almeno un paio di master. E’ vero che gli esami non finiscono mai, ma qualcosa dovrei aver imparato; male che vada, mi ripresenterò alla prossima sessione.

Il tempo ora non esiste

Ascolto musica, e mi vengono alla mente immagini di vissuto lontano, molto lontano, ma anche così vicino che sembra passato un giorno, o un minuto.

Ci sono paesaggi d’anima che non hanno rughe, né capelli imbiancati.

Ci sono passaggi d’anima che non conoscono passato.

Bozen

Oggi giornata dedicata al lavoro a Bolzano.

Ci vengo sempre con piacere, ed ogni volta, in un impeto di vanità tutto femminile, faccio un salto da Thaler, perché anche il naso, oltre all’anima, vuole la sua parte.

Vólti

Treno.

Osservo volti. Assonnati, isolati, immobili, svuotati, inespressivi, fondamentalmente tristi.

Pare il treno della speranza che, però, guardando così di primo acchito pare latitare.

Senza più freni

Per tanto tempo ho atteso, nella speranza che qualcosa cambiasse, e tornasse in uno spazio di normalità, quell’anomala normalità condivisa da anni; ho rinunciato, mi sono morso lingua, e altro, legato mani, chiuso occhi.

Poi, così di colpo, ho cambiato radicalmente atteggiamento, respingendo i tentativi di ritorno, e, anzi, cedendo a lusinghe, giocando a un gioco del quale non ricordavo più le regole.

Ma poi m’è tornata la memoria.

Bocciato a scuola, il Tar lo promuove: «Il padre non sapeva che andasse male»

http://m.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/gorizia_scuola_ragazzo_bocciato-3309630.html

Credo che questo paese nutra la sua vera e profonda essenza nel paradosso, nel cavillo dei paraculi, e nel pensare che il mondo sia abitato solo da cojoni.

Qui, a mio parere, non si tratta di governi di destra, sinistra, centro di qua o un po’ più in là, no: qua occorre qualcosa che porti un vero scossone, e che azzeri tutto, dal profondo, inibendo qualunque forma di attività socio politica a chi ha ricoperto anche un solo giorno di una qualunque carica politica, o è stato iscritto, anche per un solo giorno, ad un qualunque partito.

Con una classe dirigente di questo genere, che messaggio passa ai nostri figli? Al di là del sacrosanto diritto di questo ragazzo di soffrire per una lacerazione familiare, come può crescere sano nella società, se anche quest’ultima gli trasmette la cultura dell’escamotage, del dribbling alla norma, del salto della fila?

E parliamo di magistratura, tra l’altro, ad alto livello.

È proprio un paese di merda.

Una specie di rebus

Indovina chi ho conosciuto e mi pento di non aver seguito?

Per citare un vecchio film “mamma mia che fijo stronzo che hai fatto!”.

Seguirà aggiornamento, se ci sarà un seguito. 😀